Sicilia: i tesori e le meraviglie da scoprire
GRAND TOUR BLOG | 5 Marzo 2019

Sicilia: i tesori e le meraviglie da scoprire

La Sicilia è la regione d’Italia più costellata di siti con beni artistici e culturali riconosciuti come Patrimonio dell’Unesco. Qui contiamo infatti ben sette siti su un totale di 51 presenti in tutta Italia.

Entriamo adesso nel vivo del nostro tour virtuale partendo da Agrigento, qui troviamo il celebre complesso monumentale della Valle dei Templi. Questo sito rappresenta il massimo esempio artistico dei templi dorici del periodo Ellenico e conserva perfettamente importanti testimonianze dell’arte e della cultura greca.

Proseguiamo il tour andando a Villa del Casale. Qui gli stupendi mosaici policromi ci catapultano nella cultura romana dell’epoca. Questi sono importantissimi resti che rappresentano la testimonianza dell’eleganza e del lusso della vita che conducevano i patrizi romani.

Sia nell’Odissea che nell’Eneide è stata dedicata particolare attenzione alle isole Eolie e al vigoroso dio Eolo che Ulisse incontrò nei suoi anni di viaggio lontano dalla sua Itaca. Le rocce fumanti descritte da Omero e da Virgilio sono tutt’oggi un enorme richiamo per i turisti desiderosi di ammirare questi panorami quasi apocalittici. Grazie ai vulcani ancora attivi Stromboli e Vulcano qui c’è un’atmosfera spettacolare. Nei dintorni è possibile anche raggiungere varie spiagge molto particolari dalle sabbie con il caratteristico colore nero derivato dal materiale vulcanico. La maggior parte di questi posti è raggiungibile solo con un’imbarcazione: l’ideale per chi desidera immergersi nella natura selvaggia ed incontaminata.

Restando ancora in tema vulcani arriviamo adesso all’Etna, il vulcano più alto di tutta Europa ed uno dei più grandi al mondo con la sua altezza oltre i 3300 metri. Attorno a questo colosso si è creata una vallata naturale, chiamata Valle del Bove, nella quale si conservano i resti delle innumerevoli colate che minacciano costantemente i paesi nei dintorni. L’intensa attività vulcanica è documentata da circa 3000 anni e viene monitorata dagli studiosi.

Continuando con gli altri siti, la Sicilia orientale è fortemente caratterizzata dallo stile barocco. Le città qui infatti sono ricchissime di chiese, palazzi e fontane tipiche del periodo barocco. La Cattedrale di Noto è uno degli esempi più rappresentativi di quell’epoca ed è una delle più belle testimonianze di genialità artistica del tempo.

Arriviamo ora al Parco archeologico di Siracusa e alla Necropoli di Pantalica. In questa vallata misteriosa erano seppelliti i defunti e quindi fungeva da vero e proprio cimitero. Qui sono presenti 5000 fori nella roccia che hanno trasformato l’intero paesaggio di questo canyon. L’insieme di questi siti sono una grandissima testimonianza delle culture del Mediterraneo lungo un periodo lungo ben tre millenni. Troviamo infatti tutte le diverse influenze di stili: greco, romano e l’immancabile barocco.

Giungiamo ora al termine del nostro tour: siamo alla Palermo araba normanna che custodisce in maniera eccelsa lo stile delle dominazioni arabe e normanne. Il duomo di Monreale, la Cattedrale di Palermo, la Cappella Paladina sono solo alcuni degli esempi meglio conservati soprattutto grazie al fatto che non hanno subito gli effetti delle calamità naturali che hanno colpito la Sicilia occidentale.