Palermo: Capitale Europea della cultura 2018

Palermo è stata eletta capitale europea della cultura

Palermo, nel 2018, è rinata: è stata nominata Capitale europea della cultura.

Ha trascorso un anno ad organizzare eventi per far scoprire una città meravigliosa e per riscattarla da un passato piuttosto “buio”, fino ad arrivare ad avere un riconoscimento importante a livello europeo.

A questo punto è il momento di partire per dare il meglio: quel meglio che solo Palermo con la sua storia sa dare.

Un anno importante per Palermo

Oltre che essere stata nominata “Capitale della cultura europea 2018“, Palermo, ha ricevuto un’altra onorificenza nel 2017: è stata nominata anche “Capitale italiana dei giovani“.

Inoltre proprio qui, è stata anche organizzata “Manifesta 12“, la biennale nomade di arte contemporanea, nata negli anni ’90 che, per chi è nell’ambiente,  rappresenta un’occasione di grande prestigio.

Manifesta 12 è un’occasione per celebrare Palermo presentando un laboratorio per l’arte e la cultura, che può costruire il suo futuro, come sostiene  il sindaco di Palermo Leoluca Orlando.

Inoltre, afferma che “Essere capitale della cultura conferma lo straordinario momento di rinascita della nostra città e il suo essere divenuta luogo del dialogo e dell’arricchimento tra le culture, che è la base di una cultura che guarda al futuro”.

Perché Palermo è diventata capitale italiana della cultura 2018?

Palermo è arrivata in finale aggiudicandosi la nomina come capitale europea della cultura 2018 grazie alla valutazione positiva delle proposte presentate.

Però, Palermo partiva anche avvantaggiata rispetto alle altre città con cui ha gareggiato (Aquileia, Comacchio, Alghero, Montebelluna, Recanati, Settimo Torinese, Ercolano, Trento e l’Unione dei Comuni Elimo Ericini), dato che si tratta di una città “capitale” del Mediterraneo con una lunga storia antica: città crocevia di culture europee ed arabe.

In un giorno di pioggia

Cosa si prospetta di realizzare con questa nomina

Uno dei programmi è la realizzazione di una:

  • piattaforma telematica “cultura e tempo libero”, con lo scopo di realizzare un portale che “parli” del patrimonio artistico, delle tradizioni, del patrimonio naturalistico, dell’ eno-gastronomia, delle strutture ricettive e degli eventi;
  • piattaforma per condividere l’accesso alla biblioteca per poter usufruire di un ricco patrimonio librario;
  • piattaforma per realizzare un sistema di prenotazione dei servizi turistici che proponga soluzioni di trasporto, vitto e alloggio, ma anche di valorizzazione dei prodotti  tipici del territorio.

    Conclusioni

Progetti importanti che diano la possibilità di rendere Palermo identica, dal punto di vista turistico, alle altre città europee.

Un supporto valido per chi desidera visitarla e conoscere i particolari importanti di questa bellissima città, capoluogo della Sicilia, che già di per se promette ai suoi turisti sempre il meglio.

Contattaci

Trattamento Dati Personali

8 + 1 =