Paestum: visita al templi dell’antica Poseidonia

L’antica Poseidonia della Magna Grecia

Paestum è l’antica Poseidonia: come fu battezzata alla fine del VII sec. a.C..

Posto incantato in cui il tempo si è fermato a tanti tanti anni fa. E’ una meraviglia “passeggiare” fra il passato immaginando il periodo antico e le persone che l’hanno vissuto.

Paestum Patrimonio dell’Unesco

Paestum è veramente un luogo suggestivo tanto da essere stato considerato Patrimonio dell’Unesco.

E’ un luogo che trabocca di cultura e di storia…In caso di giro turistico è una delle mete più considerate anche grazie alla sua posizione strategica: è “stretta” fra  la Costiera Amalfitana e la Penisola Sorrentina.

Racchiusa nel cuor del Parco Nazionale del Cilento è una piccola chicca che fra storia e cultura si racconta.

Cultura, storia ed arte incastrate ad arte

L’antico nome di Paestum è Poseidonia: fu fondata nel VI sec. a.C. dai coloni greci di Sibari.

Oggi è uno dei monumenti più importanti e grandi meglio conservati: ricca di particolari che ancora tutt’ora attira tanti turisti che sempre più sono presi ad ammirarla.

Appartiene alla Magna Grecia e visitarla significa fare un tuffo nel passato “viaggiando” fra i tanti meandri ricordando quello che fu.

E’ sempre un emozione trovarsi di fronte a dei magnifici templi in pietra con un perimetro pentagonale situato fra 24 torri di avvistamento:un vero tesoro dell’antica agorà greca.

Cosa visitare a Paestum

Da visitare in primis i Templi che sono l’attrazione principale…ma perchè no anche la città?

La zona è aperta al pubblico e comprende edifici, l’anfiteatro ed il foro romano. Ci sono strade ma anche rovine di edifici residenziali.

Si può visitare anche il Museo Archeologico Nazionale che è sito di fronte ai templi e dove sono conservati tanti reperti storici di manifattura greca e lucana.

Il Museo è formato da stanze espositive abbellite da decorazioni e sculture provenienti dall’area archeologica risalente all’epoca greca.

Tra le opere più importanti c’è la Tomba del Tuffatore: dipinto murale di una tomba greca che mostra un’ immagine di un uomo solitario che si tuffa nell’acqua.

Altre pitture tombali sono dell’epoca lucana con scene di guerra.

Paestum fra cultura e gastronomia

E’ una zona magica che unisce cultura e gastronomia.

Solo relax alla scoperta delle bellezze del tempo antico che può donare solo spunti di riflessione e di amore per la storia.

Conclusioni

Visitare Paestum è da metterlo in conto per una prossima gita perchè è una meta che lascia il segno per tutto ciò che possiede e dona ai suoi visitatori.

 

Contattaci

Trattamento Dati Personali

15 + 7 =