Noto: cosa vedere in un giorno

Noto, capitale del barocco siciliano, vanta un centro storico che è stato dichiarato Patrimonio UNESCO nel 2002 insieme ad altre località della Val di Noto.

La città ha origini molto antiche ma ciò che vediamo oggi è in gran parte frutto della ricostruzione a seguito del terremoto del 1693.

Ci si può dedicare alla scoperta di Noto anche se si ha a disposizione una singola giornata per farlo. Ma, per chi ha più tempo il consiglio è: godetevi la città per più giorni approfittando anche del mare non troppo distante.

Cosa vedere a Noto in un giorno:

I luoghi imperdibili da vedere assolutamente a Noto si trovano quasi tutti lungo il viale principale della città, Corso Vittorio Emanuele che vi porterà verso i più importanti punti d’interesse.

La Cattedrale di Noto:

Passeggiando lungo Corso Vittorio Emanuele si giungerà ben presto di fronte alla bellissima Cattedrale di Noto.

La sua costruzione venne completata nel 1703 e nel corso dei secoli è stata oggetti di diversi rifacimenti per arrivare alla struttura che ammiriamo oggi.

La facciata è ovviamente la prima cosa che risalta agli occhi; è pienamente in stile tardo barocco e realizzata con pietra calcarea tenera. Ai suoi piedi una scalinata maestosa che porta all’ingresso.

La struttura della Cattedrale è sviluppata a croce latina a tre navate e al suo interno sono custodite diverse opere originare della “Noto Antica”.

Palazzo Ducezio:

Di fronte alla Cattedrale è possibile ammirare Palazzo Ducezio, oggi sede del municipio della città.

Il Palazzo, realizzato tra ‘700 e ‘800, è stato dedicato a Ducezio un famoso condottiero che  si oppose alla dominazione greca.

Al suo interno è possibile la Sala degli Specchi, un bellissimo salone dalla forma ovale arricchito di specchiere e non solo per volere di Luigi XV.

È possibile accedere anche ad una terrazza panoramica che permette di avere una delle migliori viste sulla Cattedrale di Noto.

Chiesa di Santa Chiara:

La Chiesa di Santa Chiara vanta uno degli interni barocchi più importanti della Sicilia, caratterizzato da decorazioni, stucchi e putti.

Annesso alla Chiesa, anche, il convento delle suore benedettine che è possibile visitare.

Anche qui c’è una bellissima terrazza panoramica da non perdere per ammirare piazza Municipio e la Cattedrale.

Palazzo Nicolaci:

Questo palazzo, che è stato residenza nobiliare della famiglia Nicolaci, è un vero e proprio gioiello del barocco siciliano.

La sua costruzione cominciò nel 1720 ma fu completato solo nel 1765. Il palazzo si sviluppa su 4 piani: a pianterreno vi erano le scuderie e i magazzini, al primo piano abitava il barone Giacomo Nicolaci, piano superiore era per gli altri familiari e all’ultimo alloggiava la servitù.

L’area visitabile al pubblico riguarda il Piano Nobile e i suoi ambienti. Arrivati al piano c’è un corridoio che vi porterà alla prima sala, la “Sala del Tè” che è decorata con motivi orientali.

Vi è, poi, il Salone delle Feste, dove al centro del soffitto è possibile ammirare l’allegoria del Carro di Apollo che insegue l’Aurora, che è una copia dell’originale di Guido Reni.

Tutte le altre stanze hanno carta da parati tranne questa sala che ha le volte decorate con la tecnica del finto rilievo.

La facciata, invece, è caratterizzata da un ampio portale con ai lati due grandi colonne ed una balconata, ovviamente tutto in stile barocco.

Ai lati vi sono una serie di balconi con inferriate in ferro ricurvo e sorretti da mensoloni in pietra scolpita che hanno le sembianze di figure come sirene, leoni, sfingi, ippogrifi, cavalli alati e angeli.

 

Queste sono solo alcune delle bellezze che è possibile vedere a Noto in una giornata, il consiglio se vi rimane tempo è quello di avventurarsi nelle stradine adiacenti al Corso principale così da scoprire tutte i gioielli nascosti della città.

Ovviamente approfittatene, anche, per gustare tutte le prelibatezze della cucina siciliana!

Contattaci

Trattamento Dati Personali

6 + 14 =