La festa della donna: le iniziative culturali
GRAND TOUR BLOG | 8 Marzo 2019

La festa della donna: le iniziative culturali

“La donna è stata bloccata per secoli. Quando ha accesso alla cultura è come un’affamata. E il cibo è molto più utile a chi è affamato rispetto a chi è già saturo”.
(Rita Levi Montalcini)

Quest’anno sono numerosi gli eventi culturali per celebrare la ricorrenza della Giornata Internazionale della Donna e toccano le varie province del sud Italia. Quale modo migliore di questo per festeggiare, da sole o in compagnia delle amiche?

Campania

Partiamo dalla provincia di Salerno: il presidente della provincia apre il Castello di Arechi e il Museo Archeologico Provinciale di Salerno per l’intera giornata a tutte le ospiti femminili, aderendo all’iniziativa “8 marzo al Museo“. Il Castello medievale di Salerno custodisce tre secoli di storia longobarda. Il castello fu utilizzato e scelto dal principe Arechi II come fortezza difensiva della capitale del ducato. Il Complesso ospita anche un museo medievale, un’esposizione di armi e altre collezioni di ceramica, vetro e monete qui rinvenuti e che raccontano storie di guerra e i rapporti commerciali e gli antichi mestieri della Salerno dell’epoca.

Il Museo Archeologico Provinciale fu istituito nel 1927. Esso raccoglie una ricchissima documentazione dell’intera provincia di Salerno dalla preistoria fino al tardoantico. La sezione preistorica comprende materiali sia del Paleolitico e del Neolitico provenienti dalle grotte di Polla, Pertosa, Palinuro, Molpa e Caprioli, sia dell’Eneolitico, provenienti dall’area di Fratte. L’età del ferro è documentata da reperti provenienti da Pontecagnano e Sala Consilina. Il Museo comprende anche l’esposizione del periodo greco con la documentazione degli scambi fra i centri magnogreci del Tirreno e dello Ionio. Qui troviamo anche una collezione di collane e altri monili in ambra, accompagnata da avorio e pasta vitrea, numerosi cinturoni sannitici ed elmi in bronzo di varie epoche. Troviamo anche corredi funerari e una bellissima testa bronzea di Apollo, divenuta simbolo dei Musei Provinciali di Salerno. Completa l’esposizione una vastissima collezione di monete e medaglie.

Proseguendo sempre in Campania, a Caserta altri eventi per il week end della Festa della Donna. L’entrata alla Reggia di Caserta e all’Anfiteatro è gratis per l’intero fine settimana. I due musei di Terra di Lavoro hanno aderito all’iniziativa “Settimana dei Musei” promossa dal Mibact con gli ingressi liberi dal 5 al 10 marzo. Vi consigliamo anche una visita guidata al Belvedere di San Leucio per quest’occasione.

Sicilia

Spostandoci più a sud, in Sicilia, ancora entrate ai musei gratis per tutte le donne. L’iniziativa prevede l’ingresso libero a tutti i siti culturali dell’isola. Il tutto è coronato anche da mostre, eventi e iniziative a tema che sensibilizzano sull’argomento violenza sulle donne.
Ancora a Palazzo Abatellis, a Palermo, è in programma un evento che parla di restauro e di restauratrici e vedrà protagonista una scultura del Rinascimento presentata al pubblico dopo il restauro.

Al Paolo Orsi di Siracusa si terrà la manifestazione “Profili di donna”, letture a cura dell’Accademia d’arte del dramma antico. Sempre a Palermo, il Salinas proporrà le giornate di studi “L’archeologia delle donne in Italia dal XX secolo al futuro” con dei tavoli tematici dedicati alle donne in archeologia.

A Catania si terrà, invece, “La donna nell’arte. Le arti per le donne” per ricordare le conquiste sociali, economiche e politiche, ma anche le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e sono tuttora oggetto in tutte le parti del mondo.

E allora non vi resta che scegliere una di queste bellissime iniziative e farne parte e ricordate…la cultura è la migliore arma che qualsiasi donna possa avere!