I Borghi della Costiera Amalfitana
GRAND TOUR BLOG | 12 Aprile 2019

I Borghi della Costiera Amalfitana

Da Vietri Sul Mare a Positano, ogni curva, ogni angolo, ogni pezzetto di strada della Costiera Amalfitana è un paradiso tutto da scoprire.  Nel precedete articolo abbiamo scoperto le meraviglie della tortuosa via di collegamento SS. 163 ma tutte le città hanno una storia, le loro particolarità e i loro segreti. Tutte vicine eppure cosi diverse e ricche di quelle sfaccettature che rendono la Divina una terra unica al mondo.

Amalfi Coast Tour

Se stai organizzando un viaggio in Campania, consulta la nostra guida alle città della Costiera Amalfitana per scoprire quale città è più adatta allo stile e alle tue esigenze.

Vietri sul Mare

Prima perla della Costiera Amalfitana, Vietri sul Mare è il primo borgo della Divina. Situata ai piedi del Monte San Liberatore, è nota per le sue potenzialità artigianali che l’hanno resa città della ceramica nel mondo. Visitare Vietri sul Mare è come passeggiare in un museo a cielo aperto. Il centro storico della città è un tesoro di boutique colorate e botteghe che espongono maioliche dalle mille forme e colori.

Erchie

Nascosto in una valle isolata delimitata dai Monti Lattari, Erchie è un piccolissimo villaggio di pescatori che fa parte del comune di Maiori. La sua atmosfera rilassata, le baie idilliache, i vicoli minuscoli e tortuosi, immersi nei sapori dei limoni, fanno da cornice a due spiagge separate da un’imponente torre normanna del XIII secolo che si protende verso il mare.

Furore

Furore è un piccolo insediamento verticale disseminato sulle pendici dei Monti Lattari, tra uliveti, vigneti e limoneti che si affacciano sul Mar Mediterraneo. Conosciuto come il paese che non c’è, è noto ai più per il suo Fiordo, la stretta gola creata dall’antico fiume Schianto e circondata da alte scogliere che si ergono dal mare.
Altra caratteristica di questo borgo sono i murales artisti locali e internazionali hanno decorano sulle case e le pareti della città. Una forma d’arte davvero particolare che ha permesso a Furore di fregiarsi dell’appellativo “città dipinta”.

Conca dei Marini

Conca dei Marini è stata in passato una meta romantica per i benestanti in cerca di una fuga d’amore. Un villaggio sorprendentemente tranquillo e tradizionale con influenze moresche e greche a ricorda il passato della città. La vista più affascinante di Conca dei Marini è la Grotta dello Smeraldo, una splendida grotta marina famosa per le sue surreale tonalità di presepe in ceramica verde e subacquea, che diventa luogo di pellegrinaggio per i subacquei, ogni Natale.

Praiano

Praiano è una meta ideale per gli amanti dell’arte. Passeggiando per la città è impossibile non imbattersi nello splendido pavimento in maiolica della Chiesa di San Luca Evangelista o negli straordinari oggetti in terracotta di Paolo Sandulli all’interno dell’emblematica Torre a Mare.
Da non perdere anche la Chiesa di San Giovanni, con l’organo a canne, la Chiesa SS Annunziata, che si trova su una spiaggia e la Chiesa S Maria ad Castra, con le sue viste mozzafiato.
Una tappa culturale a metà strada tra Positano e Amalfi da concludere su una meravigliosa spiaggia degustando un bicchiere di vino.