Craco: la città fantasma vicino Matera

Craco, a pochi chilometri da Matera, è una città fantasma diventata una suggestiva meta turistica per coloro che si trovano in Basilicata.

 

A poco più di 50 Km da Matera, fra l’Appennino Lucano e il Mar Ionio, si trova Craco la città fantasma della Basilicata.

Tanto suggestiva quanto spettrale!

 

La storia:

Le prime tracce della città risalgono al VII secolo a.C., è probabile che fosse luogo di riparo per i coloni greci di Metaponto quando si trasferirono in quelle zone per sfuggire ad un’epidemia di malaria.

Successivamente fu insediamento bizantino e nel X secolo alcuni monaci iniziarono un’attività agricola favorendo anche l’aggregamento urbano.

La prima testimonianza del nome della città si ha nel 1060, quando il territorio fu sottoposto all’autorità dell’Arcivescovo Arnaldo di Tricarico che chiamò il territorio Graculum, ovvero piccolo campo arato.

Si fa risalire al periodo tra il 1154 e il 1168 la struttura del borgo antico con le sue case arroccate intorno al torrione quadrato che domina sul centro.

Nel periodo in cui regnava Federico II di Svevia, Craco divenne un centro strategico-militare perché il famoso torrione dominava la valle dei due fiumi, Cavone e Agri, via privilegiata per chi tentava di penetrare l’interno.

 

L’abbandono della città:

A partire dagli anni ’60 piano piano Craco ha iniziato a svuotarsi a seguito di una frana che l’ha resa la città fantasma che conosciamo oggi.

La frana ebbe effetti devastanti, oltre a distruggere gran parte del borgo provocò danni alle reti fognarie ed idriche. Gli abitanti si spostarono a Craco Peschiera perché era diventato troppo pericoloso vivere nella città vecchia.

La città fantasma oggi è un insieme di case in rovina ma di una bellezza suggestiva che attira sempre più spesso turisti affascinati da questo cumulo di case dove la natura piano piano ha preso il sopravvento.

 

Visitare Craco:

Per poter visitare il borgo fantasma è necessario un permesso sottoforma di card fornita dall’amministrazione, la Craco Card.

Vengono organizzate visite di gruppo che iniziano in corrispondenza del cancello all’ingresso del borgo. I visitatori dovranno necessariamente indossare un elmetto protettivo, che verrà fornito in loco, e dovranno seguire attentamente la guida lungo tutto il percorso che è stato messo in sicurezza per poter rendere Craco visitabile.

 

Cosa vedere a Craco:

Una volta arrivati a Craco Vecchia, dal corso principale si può accedere alla città fantasma. Durante il corso della visita sarà possibile vedere quel che resta di bellissimi palazzi nobiliari intorno ai quali si era sviluppato l’intero borgo.

Fra i tanti, Palazzo Grossi vicino la Chiesa Madre o Palazzo Carbone uno storico palazzo del ‘400.

Impossibile non citare il famoso Torrione che domina su Craco sin dai suoi albori.

Certamente visitando Craco si può godere di un paesaggio mozzafiato sulle sconfinate praterie e sui calanchi tipici della zona. La città vanta un paesaggio veramente suggestivo!

 

Passeggiare per Craco significa immergersi in un luogo ricco di storia dove il tempo si è fermato.

 

Contattaci

Trattamento Dati Personali

10 + 2 =