Basilicata: 5 borghi da visitare assolutamente

La Basilicata è una delle regioni più affascinanti d’Italia e non è solo Matera. Visitandola è possibile fare un viaggio alla scoperta di alcuni borghi imperdibili. La Basilicata è ricca di piccoli e pittoreschi borghi da visitare, negli ultimi anni tantissimi turisti hanno deciso di immergersi nella bellezza di questa terra per scoprirne i tesori più nascosti e preziosi. I borghi della Basilicata sono luoghi incantevoli dove il tempo sembra essersi fermato!

 

CASTELMEZZANO:

Il paese di Castelmezzano si trova incastonato tra le rocce ed è un vero e proprio agglomerato di casette arroccate sulla conca rocciosa con i tetti fatti in pietra arenaria.

È il luogo ideale per chi ama vivere a contatto con la natura e non ama, invece, il classico turismo di massa.

Una volta a Castelmezzano, passeggiate per le viuzze medievali dell’antica Castrum Medianum. Così era chiamata la città, “castello al centro”, dalla fortezza eretta dai normanni nel Duecento.

Da qui, è possibile dare uno sguardo alle Dolomiti Lucane e fare la famosa esperienza del “volo dell’angelo”, percorrendo a 120 km/h un cavo d’acciaio sospeso tra le vette di Castelmezzano e Pietrapertosa.

 

PIETRAPERTOSA:

Come Castelmezzano, Pietrapertosa è un paese che si arrampica sulle Dolomite Lucane ed è immerso nel Parco Regionale di Gallipoli Cognato. È un luogo magico che sembra vivere in simbiosi con la roccia.

Bisogna assolutamente visitare il Castello Normanno-Svevo: eretto durante il periodo romano diventa, poi, luogo militare-strategico nel periodo normanno.

Imperdibile, anche, l’Arabata: è il primo nucleo urbano di Pietrapertosa, si è formato nel Medioevo.

Gli arabi si rifugiarono qui portati dal principe Bomar vivendo in abitazioni di pietra e coperte di lastre di pietra, collegate da stradine ripide e tortuose.

Pietrapertosa è stato inserito nella lista dei borghi più belli d’Italia, non è difficile capire perché.

 

VENOSA:

Venosa, tra i borghi più caratteristici della Basilicata, è immersa in un’area ricca di testimonianze archeologiche e bellezze naturali.

Qui, si possono ammirare ancora oggi i resti di antiche necropoli, infatti, una tappa da non perdere è il Parco archeologico di Venosa dove è possibile vedere le terme romane, resti di domus private e l’anfiteatro. Gli scavi hanno riportato alla luce anche una domus patrizia, la Casa di Orazio.

Un piccolo consiglio gastronomico se visitate Venosa: assaggiate un piatto di strascinati con sugo e cacio ricotta grattugiato bevendo un bicchiere di Aglianico del Vulture.

 

MELFI:

Si tratta di un borgo medievale quasi al confine con la Campania e la Puglia. È, forse, uno dei più conosciuti della regione e vanta molte strutture architettoniche di rilievo.

Tra le cose da vedere, il Castello costruito nel XI secolo su un precedente castello che era ridotto in ruderi. Nel XVI secolo la fortezza passò di mano in mano diventando, poi, la dimora dei Doria. Oggi al suo interno è possibile visitare il Museo Nazionale del Melfese.  

Evento atteso che si svolge a Melfi è la Sagra della Varola, ovvero la castagna.

 

ACERENZA:

Posta a più di 800 metri di altitudine, Acerenza si trova nelle vicinanze della Valle del Bradano dove viene prodotto il famoso Aglianico, uno dei vini lucani più apprezzati.

Nel 2018 è stata definita da Forbes come una delle 10 località da conoscere assolutamente al mondo!

È nota, anche, come “Città Cattedrale”, appellativo che richiama la sua maestosa Cattedrale che svetta su tutto il panorama del borgo.

Alcuni studiosi, dopo aver ritrovato una finestrella murata nella cripta, sostengono che fu uno dei luoghi in cui è stato nascosto il Sacro Graal.

Andate ad ammirare il panorama della Valle del Bradano dal belvedere Torretta, non ve ne pentirete!

 

Questi sono solo alcuni dei bellissimi borghi lucani, ognuno racconta la sua storia. Ce ne sono, però, ancora tanti altri da scoprire!

La Basilicata nasconde tesori inestimabili!

Contattaci

Trattamento Dati Personali

1 + 12 =