Puglia: dove la bellezza è legge
GRAND TOUR BLOG | 12 Marzo 2019

Puglia: dove la bellezza è legge

La Regione Puglia protegge e sostiene la bellezza di tutti i propri territori, dei paesaggi e dell’ambiente in tutte le sue espressioni al fine di consentirne la fruizione completa e libera.

Un grande storico dell’arte, l’austriaco Ernst Gombrich, diceva che “i Greci erano belli perché avevano piazze belle e città belle”. Molti anni dopo, un giornalista siciliano scriveva che “se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà”. Quel giornalista era Peppino Impastato.

L’Organizzazione UNESCO, che ha a cuore questi temi, si occupa proprio di preservare alcuni patrimoni culturali e naturali dalle incurie del tempo e dei cittadini. La Puglia, una regione ricchissima di bellezze è stata inserita ben quattro volte all’interno dei siti patrocinati che meritano una particolare salvaguardia. Scopriamoli insieme con questo tour virtuale.

Castel Del Monte

Il castello di Andria, costruito per volontà dell’imperatore Federico II di Svevia, è stato inserito nella lista dei siti UNESCO nel 1996. L’ingresso della fortezza dalla forma ottagonale possiede un valore universale eccezionale per la perfezione delle sue forme, l’armonia e la fusione di elementi culturali venuti dal Nord dell’Europa, dal mondo Musulmano e dall’antichità classica. È un capolavoro unico dell’architettura medievale, che riflette l’umanesimo del suo ideatore e fondatore.

Castel del Monte Puglia Barletta-Andria-Trani

Trulli di Alberobello

Queste singolari costruzioni in muratura a secco conosciute in tutto il mondo come Trulli sono state inserite anch’esse nel 1996 nella lista dei Patrimoni UNESCO. L’esempio architettonico di Alberobello e di tutta la Valle D’Itria è la costruzione in pietra calcarea ricavato da materiale di risulta, grossolanamente estratto durante gli scavi fatti per ottenere cisterne sotterranee. I tetti a doppio strato presentano anche un rivestimento interno a volta in pietre e un cono esterno impermeabile fatto di lastre di pietra calcarea, soprannominati chianche o chiancarelle.

I Trulli di Alberobello: how to…
I Trulli di Alberobello

Santuario di San Michele Arcangelo

Ecco uno dei santuari più importanti di tutta la Puglia, meta di pellegrinaggio per i fedeli provenienti da tutto il mondo. Questo sito è stato inserito nella lista dei Patrimoni UNESCO nel 2011. La Grotta di San Michele Arcangelo è accessibile grazie a una struttura sovrastante ed è dedicata a uno dei santi più rilevanti di entrambi i Testamenti. La dedica dell’intera struttura è legata ai vari racconti che dicono che il santo è apparso qui ben quattro volte, consacrandolo come suo luogo.

Santuario Garganico di San Michele a Monte Sant’Angelo

Riserva Naturale della Foresta Umbra

Il sito più recente inserito tra i Patrimoni UNESCO è la Foresta Umbra, che è entrata a far parte della lista nel 2017. Quest’area verde si estende per oltre 10.000 ettari, nel cuore del Gargano. Un luogo dalla straordinaria bellezza e dall’indiscusso valore soprattutto per la biodiversità: qui, infatti, c’è molta varietà sia di flora che di fauna. Colleghiamo l’origine del suo nome che la definisce “umbra” a due possibili spiegazioni: potrebbe derivare da antiche popolazioni umbre che abitavano quest’area, oppure, ipotesi più probabile, potrebbe far riferimento al fatto che gli alberi di latifoglie qui presenti creano numerose zone d’ombra.

Questi sono solo alcuni dei luoghi meravigliosi da visitare in Puglia. Questa regione offre tantissimi altri luoghi che meritano di essere scoperti e vi assicuriamo che vi regalerà tante nuove e belle esperienze da vivere.
Vi consigliamo di assaggiare anche le numerosissime bontà culinarie tipiche del posto e di degustare anche le varietà di olio e di vino prodotte.