Festività di Sant’Andrea

Nel corso dei secoli Amalfi ha elaborato un complesso calendario di festeggiamenti del proprio Santo Patrono Sant’Andrea Apostolo, legati a vicende storiche locali e ad avvenimenti miracolosi.

La prima delle celebrazioni dislocate nel corso dell’anno cade il  28 gennaio, quando si festeggia il ritrovamento delle reliquie del Capo. Il cranio di Sant’Andrea, uno sei primi seguaci di Cristo, era stato occultato nella cripta dal cardinale amalfitano Pietro Capuano, artefice della traslazione del santo ad Amalfi, nel 1208, anno in cui le sue spoglie trovarono dimora nella cripta della cattedrale.

La reliquia venne poi ritrovata durante dei lavori di restauro della cripta nel gennaio del 1603. Da allora l’evento è ricordato il 28 gennaio di ogni anno con celebrazioni sacre che si tengono al Duomo. Anche in questa occasione viene raccolta la manna, che miracolosamente viene prodotta dalle reliquie dell’apostolo.

Operatori

Il progetto Rete Siti Unesco ha come obiettivo la creazione di un’offerta turistica unica e integrata dei patrimoni del Sud Italia. Per godere pienamente l’esperienza di viaggio nelle 19 destinazioni Unesco, puoi selezionare all’interno della rete di operatori aderenti tra i migliori servizi turistici locali. Scegli dove mangiare, dormire, acquistare, come muoverti e lasciati guidare alla scoperta di questi territori!

Contattaci

Trattamento Dati Personali

9 + 13 =