La festa di Sant’Efusio

In occasione della festa di Sant’Efisio, celebrata dal 1 al 4 maggio, Cagliari è attraversata da un corteo di 3500 persone in abiti tradizionali, in arrivo da ogni luogo della Sardegna. Al loro seguito oltre duecento cavalieri, i Campidanesi, i Miliziani e la Guardiania. Un incontro di colori, costumi, suono delle launeddas e de is goccius, i canti devozionali.

Si rievocano le vicende di inizio IV secolo del santo guerriero e si scioglie il voto perpetuo a lui rivolto durante la pestilenza del 1652. Un’intera Isola si ferma per ripetere un rito lungo quasi quattro secoli: una processione maestosa di 65 chilometri, una delle più antiche e lunghe del mondo, che tocca l’animo di chiunque vi si trovi immerso, appassiona i sardi che la vivono da sempre e migliaia di turisti rapiti dall’atmosfera di passione. Portano via con loro fotogrammi inconfondibili e momenti indimenticabili.

La processione parte a mezzogiorno dalle viuzze del quartiere storico di Stampace. Il corteo incede su un tappeto colorato di fiori rosa, rossi e gialli ed essenze profumate: è il rituale de sa ramadura. Inizia un viaggio nella cultura di un popolo tra fede e autenticità. La magia aleggia sulla città: il cigolio delle traccas, i carri ornati da fiori e frutta, e i canti delle confraternite accompagnano il cocchio, trainato da due buoi con le corna adorne di corone di fiori. Il tragitto si snoda dal luogo di prigionia sino a quello del martirio, la spiaggia di Nora, dove si erge la chiesetta romanica intitolata al santo. Tante le tappe intermedie: il primo giorno alle chiese di Giorgino e di su Loi (Capoterra), poi a Villa d’Orri. Il secondo giorno, dopo la notte trascorsa a Sarroch, tappa a Villa San Pietro e arrivo a Pula. Il rientro, il 4 maggio in tarda serata, dopo varie celebrazioni. Al ritorno a Stampace, vicoli e stradine si riempiono di nuovo di migliaia di fedeli, che al termine delle celebrazioni si lasciano con un augurio: a atrus annus!

Operatori

Il progetto Rete Siti Unesco ha come obiettivo la creazione di un’offerta turistica unica e integrata dei patrimoni del Sud Italia. Per godere pienamente l’esperienza di viaggio nelle 19 destinazioni Unesco, puoi selezionare all’interno della rete di operatori aderenti tra i migliori servizi turistici locali. Scegli dove mangiare, dormire, acquistare, come muoverti e lasciati guidare alla scoperta di questi territori!

Contattaci

Trattamento Dati Personali

11 + 3 =