La Certosa di Padula

Video Presentazione

Virtual Tour

Una superfice di 51.500 m2 con un chiostro esteso per 12.000 m2 che lo rende il più grande del mondo, 84 colonne, 320 stanze: sono alcuni dei numeri che fanno della Certosa di Padula la più grande d’Italia. Dedicata a San Lorenzo, fu fondata nel 1306 da Tommaso Sanseverino che la donò all’ordine dei Certosini. La parte principale è in stile barocco e racconta oltre 450 anni di storia, con milioni di persone che hanno calpestato la sua entrata.

Oggi la Certosa ospita il Museo archeologico provinciale della Lucania occidentale, che raccoglie una collezione di reperti provenienti dagli scavi delle necropoli di Sala Consilina e Padula.

Storia, arte e cultura della Certosa di Padula

La Certosa fu fondata nel 1306 da Tommaso San Severino, signore di tutto il Vallo di Diano, che la donò all’ordine dei Certosini.
È uno dei monasteri più grandi del mondo. Originariamente Certosa di San Lorenzo, è chiamata di Padula per la sua vicinanza all’omonimo paese. La struttura è quella tipica delle Certose: nella parte alta c’erano gli alloggi dei padri certosini che vi conducevano una vita ascetica e rigorosa; nella parte bassa stavano i conversi che avevano il compito di amministrare i beni dell’ordine e sovrintendevano le attività agricole e artigianali.

Operatori

Il progetto Rete Siti Unesco ha come obiettivo la creazione di un’offerta turistica unica e integrata dei patrimoni del Sud Italia. Per godere pienamente l’esperienza di viaggio nelle 19 destinazioni Unesco, puoi selezionare all’interno della rete di operatori aderenti tra i migliori servizi turistici locali. Scegli dove mangiare, dormire, acquistare, come muoverti e lasciati guidare alla scoperta di questi territori!

Contattaci

Trattamento Dati Personali

15 + 3 =