La barriera corallina in Puglia
GRAND TOUR BLOG | 30 Dicembre 2020

La barriera corallina in Puglia

barriera corallina

Quando si parla di barriera corallina si pensa ai paesi esotici che tanto si amano senza sapere che anche a “due passi” da casa nostra ne esiste una altrettanto meravigliosa con colori e pesci incantevoli.

Come vedete bene, anche l’Italia, ne offre una senza andare troppo lontano: tutto questo nella splendida ed amata Puglia.

Già…la meravigliosa Puglia, che con le incantevoli spiagge, illustri monumenti ed ottimo cibo è meta per i turisti italiani e non che durante l’anno “fanno a gara” per visitarla.

Proprio per le bellissime spiagge pugliesi, oggi, si parla delle “Maldive d’Italia” e dei “Caraibi del Salento“. E’ proprio su questi fondali che si sono scoperte le barriere coralline italiane che rafforzano la “somiglianza” con le spiagge dei mari più belli al mondo.

Ma anche la splendida Puglia non ha niente da invidiare alle Maldive ed ai Caraibi più “conosciuti” al mondo.

Come si è scoperta un barriera corallina in Puglia?

La scoperta di questa “novità” in Puglia è ad opera dei ricercatori del dipartimento di Biologia dell’Università di Bari, guidati dal direttore Giuseppe Corriero (biologo marino ed ex guida naturalistica alle Maldive), coadiuvati anche dall’Università del Salento.

Dove si trova?

La barriera corallina pugliese si estende a circa 2,5 km dalla costa di Monopoli con profondità di circa 40-55m ma si pensa che possa estendersi in un’area molto più vasta (circa 200 km) che va da Bari ad Otranto.

Tanto è vero che molti pescatori della zona marina tra Casalabate, Cerano, Torre Chianca e San Cataldo (prov. di Lecce), si ritrovano nelle proprie rete da pesca spugne e coralli vivi simili a quelli dei fondali delle Maldive e dei Caraibi.

Scoperta casuale

La barriera corallina italiana si trova nel Mar Mediterraneo ed è veramente un caso unico trovato sulle coste italiane ma si sta decidendo di controllare tutti i fondali marini…chissà…magari se ne scopriranno altre! E la nostra bella Italia sarà conosciuta ed annoverata anche per questa bellissima “sorpresa”.

Forse sarà “famosa” per altri Patrimoni dell’Unesco? Chi lo sa…

Grazie all’impiego di nuove tecnologie si è arrivati a fare questa scoperta e sfruttando il loro potenziale si potranno fare anche nuove scoperte a livello marino.

Parole e…parola del Dr. Corriero!

Conclusioni

A questo punto, aspettiamo la prossima estate, per tuffarci nelle acque cristalline della Puglia sapendo che ora questo mare (già splendido di suo) ha una chance in più: potrà farci godere di spettacoli incantevoli senza allontanarci dalla nostra bella Italia e raggiungere mete costosissime.

Impariamo ad amare di più la nostra splendida Italia che ha tanto da offrire a tutti.

L’Italia è “multitasking”: panorami mozzafiato, spiagge incantevoli, campagne rilassanti , paesaggi da ammirare, zone di tranquillità. Qui si potrà trovare tanto e per tutti i gusti!